Una maestra leggera come l'aria

Penso che i miei genitori, quando hanno scelto il mio nome, semplice e corto, avessero in mente una figlia un po' diversa da quella che sono poi stata io… il fatto è che al momento del battesimo è intervenuto il sacerdote, sant’uomo devoto alla Madonna, che insieme all'acqua benedetta mi ha rovesciato addosso anche un altro pezzo di nome, Maria, e così sono diventata quella che sono:  Annamaria, persona che aspira all'essenziale e pure al palindromo, ma con uno strascico di celeste che a volte mi eleva e altre mi fa inciampare…

 

Sì, io sono proprio così: una contraddizione che cerca la conciliazione in tutte le cose, a volte annegando (come le prime tre lettere del nome suggeriscono) in progetti e propositi, sogni e pensieri; altre volte restando saldamente sospesa in aria (come richiamano stavolta le ultime quattro lettere del mio nome)...

 

Ecco perché il mio pseudonimo segreto è Aria, nome leggero come io vorrei essere, scrittrice di parole leggere che tutti potessero leggere, ascoltando ciascuno la propria voce, come  viaggiatori in una piccola mongolfiera, per salire un metro più in su e vedere il mondo da una diversa prospettiva!